Design a site like this with WordPress.com
Get started

About

Le Ortique – deforming the canon
Un collettivo di autrici che ridà voce alle artiste dimenticate. A group of women authors committed to discover forgotten women artists.

.

.

Veronica Chiossi (Venezia 1979). Translator, copywriter, poet. È poetessa, critico letterario, traduttrice e copywriter. Si è laureata all’Università Ca’ Foscari in Traduzione e Interpretazione con una tesi sull’opera poetica di Federico García Lorca. Nel 2005, conseguito il master in traduzione audiovisiva, comincia a lavorare nell’adattamento italiano di film e sceneggiature. Nel 2012 si è trasferita a Los Angeles dove ha lavorato per la Apple. Nel 2017 viene ammessa al Master for the Arts in Creative writing presso la New York University, con specializzazione in poesia. Ha lavorato come traduttrice freelance e presso multinazionali quali Bloomberg LP. Compone indifferentemente in inglese e italiano, scrive recensioni e critiche ed è autrice della raccolta poetica bilingue Candeggina (Ensemble 2019).

.

Alice Girotto (1987). Researcher, professor, translator. È assegnista di ricerca presso l’Università Ca’ Foscari di Venezia con un progetto dal titolo Narrativa afroeuropea nel Portogallo e nell’Italia post-imperiali: la decolonizzazione dei “colonialismi innocenti” in Djaimilia Pereira de Almeida e Igiaba Scego; si è occupata inoltre di letterature e arti visive dei paesi africani di lingua portoghese. Nella stessa università è docente a contratto di Letteratura portoghese e brasiliana, mentre presso l’Università degli Studi di Trieste insegna Lingua e traduzione portoghese. Lavora anche come traduttrice libera professionista. Quando non lavora, corre – percorre lunghe distanze a piedi (Camino de Santiago, Parenzana) – progetta scritture. In passato, nella natia Motta di Livenza, è stata capo scout AGESCI, attrice amatoriale di teatro e apprendista pianista.

.

Francesca Fiorentin. Philosopher, poet and passionate reader. Francesca Fiorentin si è laureata in Filosofia all’Università Statale di Milano e ha conseguito un master di “Perfezionamento in discipline filosofiche” presso l’Università Bocconi. Una sua silloge poetica è apparsa su Nazione Indiana. Ha pubblicato diversi articoli e racconti sul blog letterario Il Pickwick, col quale collabora. Ha pubblicato il poema: “Il Don Giovanni”, apparso sul sito Necrologika.it, in collaborazione con la poeta Francesca Tuscano. Accanita lettrice, la sua passione per la poesia l’ha portata a leggere e studiare numerosi poeti classici e contemporanei. Ha scritto diverse recensioni di libri su siti quali carmillaonline.com, lavoroculturale.org e altri. Nel 2017 è uscito il suo libro di poesie “Gli alfabeti intatti” edito da Arcipelagoitaca. Finalista al premio Prato Poesia nel maggio 2018; finalista al premio Tirinnanzi della città di Legnano nel giugno 2018. Nel gennaio 2020 esce il volume di poesia “Legami cedenti ossigeno” per Oedipus, nella collana Intrecci. I suoi libri hanno ricevuto recensioni siti come poetarumsilva.com e laboratoripoesia.it, solo per citarne alcuni. Nel settembre 2021 una sua silloge è edita per la rivista americana Journal of Italian Translation, Volume XVI, Number 1. Sempre nel settembre 2021 esce il suo terzo volume di poesia Carcere della terrestrità, per i tipi di Macabor. Collabora con diversi siti di critica letterararia.

.

Viviana Fiorentino. Teacher, writer, translator and activist. Nasce a Palermo e vive in Irlanda, dove insegna presso l’Istituto Italiano di Cultura di Dublino ed è Project Artist per Quotidian Word of the Street Ltd). Viviana frequenta un Master di Poesia al Seamus Heaney Centre (Queen’s University). In Italia ha pubblicato il romanzo Tra mostri ci si ama (Transeuropa, 2019) e due raccolte di poesie (Controluna Edizioni, 2019; Zona Contemporanea, 2021). Suoi testi poetici in inglese sono comparsi in antologie per le tre principali case editrici irlandesi di poesia (Dedalus Press, Salmon Poetry, Arlen House), su riviste di poesia (come i.e. The Stinging Fly, Italian Poetry Review, Honest Ulsterman, The Trumpet), su RTÉ1 e sono stati registrati nello Irish Poetry Reading Archive (UCD). Nel 2022 le è stato conferito lo Irish Chair Of Poetry Student Prize. Racconti, traduzioni e interviste di Viviana sono apparsi su blog letterari come Nazione Indiana e Balena Bianca. Un suo saggio su Anne Carson e traduzioni sono comparsi nel volume Trasparenze 8/22 della San Marco dei Giustiniani (2022). È nel direttivo dell’Irish PEN e dell’iniziativa Letters With Wings in difesa della libertà di espressione degli artisti. Viviana ha vinto il grant SIAP di scrittura creativa sovvenzionato dal Arts Council of Northern Ireland.

.

Clelia Lombardo. Teacher, writer and dramatist. Vive a Palermo dove insegna materie filosofiche e scienze umane in un liceo. Ha compiuto studi classici e si è laureata in Filosofia all’Università di Palermo. Fa parte dell’Associazione Piccoli Maestri – scuola di lettura per ragazzi. Cura il blog parole periferiche. Ha pubblicato il romanzo Cadere,volare (Avagliano Editore 2020). Per ragazzi ha pubblicato La ragazza che sognava la libertà (Gruppo Editoriale Raffaello, 2020) che ha ricevuto il Premio Rita Atria, Kaos Festival 2020; Il mondo mi riguarda (Gruppo Editoriale Raffaello 2022); la fiaba illustrata da Emilia Gagliardotto Il cavaliere e la pietra blu (Algra Editore 2021). Ha pubblicato opere in poesia, tra cui Signora delle scarpe(ed. Il Vertice); Nuvole (ed. Il Gabbiano); e i racconti L’orologio del Piave, in Sibille (Ed. Arianna); Pane e zucchero, inIl borgo delle storie (A&B Editrice); Da questo luogo da questo tempo, lettera a Giulia, in Lettere a Maria Occhipinti (Ed. Arianna); Ritorno a casa, in Dentro, più dentro, dove il mare è mare, (Historica Edizioni, 2021); Raccontare, semplicemente raccontare, in Che c’entriamo noi. Racconti di donne, mafie, contaminazioni (Mimesis Ed. 2022). Ha scritto i monologhi Il sogno di Maria, La donna senza nome, Amelia,pubblicato in Le personagge sono voci interiori (Ed.Vita Activa 2016) e opere teatrali, alcune andate in scena, tra cui Labirinti; Ecuba e le altre (Ed. Arianna, 2013); Fughe; Andromaca, Premio Efesto – Città di Catania 2014.

.

.

Daìta Martinez. Poet in Italian and Sicilian dialect. Palermitana, ha pubblicato con LietoColle (dietro l’una), 2011, segnalata alla V Edizione del Premio Nazionale di Poesia “Maria Marino”, e nel 2013 la bottega di via alloro.  Vincitrice – sezione dialetto – del 7° Concorso Nazionale di Poesia Città di Chiaramonte Gulfi, è stata finalista, per l’inedito in dialetto, della 44° edizione del Premio Internazionale di Poesia Città di Marineo. Inserita nell’Almanacco di poesia italiana al femminile “Secolo Donna 2018”, edizioni Macabor, nel 2019 ha pubblicato la finestra dei mirtilli, suite poetica scritta a quattro mani con il poeta comisano Fernando Lena, Edizioni Salarchi Immagini, il rumore del latte, Spazio Cultura Edizioni, e nutrica, LietoColle. È vincitrice del Premio Macabor 2019 – sezione raccolta inedita di poesia – con pubblicazione, ‘a varca di zagara in dialetto siciliano. È presente in Anni di Poesia di Elio Grasso, puntoacapo Editrice, 2020. È stata finalista – sezione raccolta inedita – della 34° edizione del Premio Lorenzo Montano. Nel 2021 ha pubblicato Liturgia dell’acqua, Anterem Edizioni, e Le madri, raccolta di haiku accompagnati dalle acqueforti di Vincenzo Piazza, Edizioni dell’Angelo.

.

Chiara Pini. Teacher, writer and grammar expert. Insegna Lettere alla Scuola Secondaria di I Grado. La necessità di individuare una didattica della lingua efficace l’ha avvicinata alla Grammatica Valenziale e ha collaborato con un gruppo di linguisti esperti di modello valenziale in attività di formazione dei docenti. Gli studi e gli interessi linguistici in ambito cronologico italiano, compreso tra XIX e XX secolo, hanno portato alla stesura di Un nido di candide piume (l’Erudita, Giulio Perrone, 2018) e alla pubblicazione di alcuni saggi in «Kepos-Semestrale di Letteratura italiana», in merito alle figure di Laura Beatrice Oliva, Gianna Manzini e Brianna Carafa. Un suo contributo è accluso a Quaderni Mediterranei, vol. II, Quel fantastico viaggio, a cura di Silvestro Neri e Lorenzo Cittadini.
In qualità di membro del direttivo dell’Associazione quarantaduelinee – circolazione culturale di Mogliano Veneto (2018-2023) ha collaborato nell’organizzazione e nella conduzione di incontri con gli autori qui; ha scritto sul lit-blog «Poetarum Silva» e ha offerto contenuti all’Associazione Officina Dinamica di Ferrara. Condivide progetti culturali e formativi con l’autrice Alessandra Trevisan.

.

Alessandra Trevisan (Venezia 1987). Singer+Lyricist, Research Assistant in Italian Studies, author, publicist. È PhD in Italianistica all’Università Ca’ Foscari di Venezia; si è occupata degli inediti di Goliarda Sapienza, ora editi in volume. Ha lanciato il progetto di podcast “Voci di donne/Women Voices” su Spreaker, dove ripercorre la sua ricerca dal 2016 a oggi. Ha collaborato con la newsletter FarFarFare di Ludosofici, con tema “Rialzarsi” qui. Un suo testo poetico partecipa al progetto “Secret garden” di Alessandra Calò. Le spalle al mare è la sua prima raccolta (Arcipelago itaca 2021, qui). Dal 2011 al 2019 ha scritto sul lit-blog «Poetarum Silva». Come musicista collabora con Aldo Aliprandi, Enrico Coniglio e Solar Plex. Cura la comunicazione dell’associazione live arts cultures. http://alessandratrevisan.it | https://soundcloud.com/alessandratrevisan

pic Daniele Salviato

Collaborazioni/Collaborations

Valentina Di Cesare. Writer and teacher. Nata a Sulmona, cresciuta a Castel di Ieri, Valentina vive attualmente a Milano. Si è laureata in Filologia Moderna per poi specializzarsi nella Didattica della lingua italiana a studenti stranieri. Insegna Lettere nella scuola pubblica e italiano L2 all’università. Si occupa di letteratura con particolare attenzione per le tematiche migratorie del passato e del presente. Collabora con Formicaleone, La Bibliothèque italienne, La Voce di New York. Ha pubblicato il romanzo “Marta la sarta” (Tabula Fati, 2014) tradotto in lingua romena e tedesca, il racconto lungo Le strane combinazioni che fa il tempo (Urban Apnea edizioni, 2018) e il romanzo L’anno che Bartolo decise di morire (Arkadia, 2019).

photo by Lydia Belostyk

Marilyne Bertoncini. Writer and editor. Poeta e traduttrice, dottoressa in lettere, codirettrice della rivista online Recours au Poème e membro della redazione di Phoenix, collabora alla rivista Poesie / Première. Ha scritto numerosi articoli e tradotto le opere di molti poeti da tutto il mondo. Collabora spesso con artisti, pratica fotografia, organizza e presenta incontri poetici, attività che possono essere seguite sulla pagina Facebook, “les Jeudis des mots”. Oltre alle partecipazioni ad antologie e opere collettive, ha pubblicato 12 raccolte di poesie, le ultime intitolate: La Noyée d’Onagawa (Jacques André éditeur, 2020) e Son Corps d’ombre (Zinzoline, 2021). La sua traduzione in francese del libro della poetessa israeliana GIli Haimovich, Soleil hésitant, è pubblicata a giugno 2021 da Jacques André Éditeur.

 

 

Blog at WordPress.com.

Up ↑

%d bloggers like this: