“Telefoni che squillano a vuoto, gatti obesi e terremoti”: la poesia di Suzanne Lummis

di Veronica Chiossi from/da Open 24 Hours (Lynx House Press, 2014) / pic by Fanny Dabigny 664-8630 For Ted Schmitt (1940–1990) and many others I pass this number in my phone book, the seven everyday digits a sequence I won’t dial anymore – like passing a house abandoned but filled with echoing rooms that were... Continue Reading →

L’italiano e il siciliano sono i fiumi sotterranei che alimentano il mio inglese: intervista a Edi Giunta

di Valentina Di Cesare e Viviana Fiorentino Latitudini/Latitudes Edvige (Edi) Giunta è scrittrice e insegnante. Nata a Gela nel 1959, dopo la Laurea in Lingue e Letterature Straniere all'Università di Catania, si trasferisce negli Stati Uniti, a Miami, dove prosegue i suoi studi universitari e consegue il Dottorato di ricerca. Negli anni '90 si trasferisce... Continue Reading →

Un mondo noir: l’umorismo di sopravvivenza in Suzanne Lummis / Noir World: the Survivalist Humor of Suzanne Lummis

[english version below] Avete mai pensato di avviare un'attività che affitta madri immaginarie, o di scrivere necrologi in versi a pagamento, «per quando arriva quel momento»? Suzanne Lummis sì. Come nel suo testo Modi per fare soldi «ti laveremo il gatto, la cocorita [...] porteremo a spasso il tuo spaniel e pure tua nonna». L'autrice, che... Continue Reading →

Create a free website or blog at WordPress.com.

Up ↑

Create your website with WordPress.com
Get started