Rosa Rosà, Moltitudine. Parole in libertà tra distopia e realtà

di Chiara Pini Moltitudine di Rosa Rosà viene pubblicato ne «L’Italia futurista» il 15 aprile 1917. Nonostante il contesto storico, in esso non si avvertono gli echi del conflitto mondiale, nulla che rimandi all’esaltazione della guerra, come verrebbe richiesto dal copione futurista, nulla che anticipi quella revisione di cui molti interventisti futuristi si fecero carico... Continue Reading →

♫ Livia De Stefani e i tempi di una narrazione ancestrale: 3 poesie, 3 letture e parole in trama

Parole in trama, Torniamo al giardino, Chiara Pini Un profumo La poesia racconta. Torniamo al giardino. *** Lochicello com’era    ♫ Gigli rosa di Lochicello. Fiorivano per San Michele. In due schiere, lungo il viale tagliato a capo nel folto di grilli e cicale. Il viale vestito di reti dal lento migrare dei brividi nel... Continue Reading →

Gianna Manzini: una vita nella letteratura

«Vorrei consentire nelle mie pagine l'ingresso non dell'imitazione della vita, ma della vita stessa. Non sembrino parole. Ci ho pensato parecchio. Per me, vita significa qualcosa di assai misterioso e sconosciuto. Per rifletterla, per agguantarla, vedo essenzialmente vie impervie, sentieri impraticabili, non segnati sulle comuni carte di circolazione. (…) perché la vita ammannita, confezionata su... Continue Reading →

Create a free website or blog at WordPress.com.

Up ↑

Create your website with WordPress.com
Get started